Artisti Esclusiva Sardegna

Malika Ayane

Malika Ayane

Malika studia violoncello al Conservatorio e canta nel Coro di Voci Bianche del Teatro alla Scala. La sua carriera svolta con l’incontro con Caterina Caselli nel 2007, che la mette sotto contratto con la Sugar: “Soul waver” è il suo primo singolo, che nella versione italiana, diventa “Sospesa”. Il singolo seguito qualche mese dopo da MALIKA AYANE, disco di debutto, da cui viene estratto un nuovo singolo, “Feeling better”. Nel 2009 partecipa al Festival Di Sanremo nella sezione “Proposte”, con il brano “Come foglie”, accompagnata dal “Padrino” Gino Paoli. Anche grazie al successo ottenuto proprio a Sanremo, torna l’anno successivo, questa volta nella sezione “Artisti”, ovvero i “big”, con “Ricomincio da qui”. La canzone vince il premio della critica; in contemporanea con la partecipazione al Festival esce l’album GROVIGLI. Dopo 2 anni arriva RICREAZIONE, alla cui realizzazione hanno contribuito Paolo Conte, Pacifico, Tricarico, Boosta, Paolo Buonvino, The Niro, Romeus. Il disco è anticipato dal singolo “Tre cose”. Viene selezionata per il Festival di Sanremo 2013, sezione Big, dove è in gara con “Niente” e “E se poi”. RICREAZIONE viene ripubblicato con i due brani sanremesi e la canzone eseguita durante la serata Sanremo Story, “Cosa hai messo nel caffè”. Dall’uscita del disco fino ad Ottobre scorso Malika è stata impegnata nel «Ricreazione Tour» che l’ha vista protagonista in tutti i principali teatri italiani ed in festival e rassegne prestigiose.

Emis Killa

Emis Killa

Emis Killa entra a far parte di Blocco Recordz, con cui pubblica nel 2009 il suo primo lavoro “Keta Music”, un mixtape di inediti su basi edite e non, facendosi così’ conoscere nell’ambiente dell’underground rap. Nel 2010 torna con un nuovo progetto “Champagne e spine”, street album che lo consacra come la giovane promessa del rap, collaborando con artisti come Jake la furia e Gue Pequeno dei Club Dogo, Marracash ed altri ancora, su produzioni inedite di producer del calibro di Don Joe dei Club Dogo e Big Fish, realizzando così un piccolo classico del genere. Nel 2011, l’artista firma un contratto discografico con la Carosello Records. Pubblica un EP dal titolo “il peggiore” ed agli inizi del 2012 il suo primo disco ufficiale, “L’erba cattiva”. Il 2012 diventa l’anno di Emis Killa, consacrandolo come la grande rivelazione del rap italiano. Il disco “L’erba cattiva” raggiunge il disco di platino e ha festeggiato 1 anno di permanenza consecutiva al vertice delle classifiche ufficiali di vendita. A dicembre 2012 è uscita “L’erba cattiva – Gold Version”, una nuova versione del disco che contiene anche 4 inediti tra cui “Il King”, brano scelto da i Soliti Idioti per il loro ultimo film “I 2 soliti idioti”, uscito a Natale 2012. “Mercurio” è il titolo del nuovo disco, uscito il 22 ottobre 2013, che ha esordito al 1° posto della classifica degli album più venduti.

Dolcenera

Dolcenera

Dolcenera (dal titolo di una canzone di Fabrizio De André) si guadagna, partecipando al programma “Destinazione Sanremo”, la partecipazione al Festival del 2003, che vince (nella categoria Nuove Proposte) con la canzone “Siamo tutti là fuori”. L’album di debutto, lo stesso anno, è SORRISO NUCLEARE. Nel 2005 partecipa al reality show “Music Farm”, e si aggiudica la vittoria finale. Pubblica quindi il secondo album, UN MONDO PERFETTO. L’anno seguente torna a Sanremo, classificandosi seconda nella categoria Donne con “Com’è straordinaria la vita”, che precede l’album IL POPOLO DEI SOGNI. Dopo un tour europeo nel 2008, torna a Sanremo nel 2009, dove partecipa con il brano “Il mio amore unico”, contenuto nel disco DOLCENERA NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Nel 2011 è la volta del nuovo lavoro L’EVOLUZIONE DELLA SPECIE, lavoro anticipato dal singolo “Il sole di domenica” e che vede la cantante cimentarsi anche in nuova veste di batterista. Il 15 gennaio 2012 viene annunciata la sua partecipazione al Festival di Sanremo, dove sarà in gara nei Big con “Ci vediamo a casa«: in contemporanea pubblica EVOLUZIONE DELLA SPECIE 2 con quattro brani addizionali: “Ci vediamo a casa”, “My life is mine” con Professor Green e due inediti

Rocco Hunt

Rocco Hunt

Poeta urbano
Nel 2013 il rapper firma per la major discografica Sony Music e pubblica Poeta urbano, primo album ufficiale prodotto, tra gli altri, da Fabio Musta, Shablo e Fritz da Cat e anticipato dai singoli Io posso e Fammi vivere, rispettivamente pubblicati il 14 giugno e il 21 giugno. Dall’album è stato estratto anche un terzo singolo, intitolato L’ammore overo e pubblicato il 27 settembre.

Vittoria a Sanremo Giovani 2014 e ‘A verità
Nel 2014 partecipa alla 64ª edizione del Festival di Sanremo e vince nella sezione “Nuove proposte” con il brano Nu juorno buono (prima vittoria di un brano rap nella storia delle “Nuove proposte” del Festival). Il 17 febbraio 2014 Nu juorno buono è stato pubblicato sull’iTunes Store come singolo apripista del secondo album in studio, intitolato ‘A verità e pubblicato il 25 marzo 2014. L’album ha visto la partecipazione dei rapper Clementino, Noyz Narcos, Ensi, Gemitaiz, MadMan e Nitro e dei cantautori Federico Zampaglione, Eros Ramazzotti ed Enzo Avitabile, e ha debuttato alla prima posizione nella classifica italiana degli album.

Il 1º marzo 2014 è stato premiato, a nome della città, dal sindaco Vincenzo De Luca in piazza Amendola a Salerno, dove il rapper per l’occasione si è esibito in un concerto davanti ai suoi fan. Il 9 maggio l’album è stato certificato disco d’oro dalla FIMI.

Il 16 maggio sono stati pubblicati il videoclip del brano Tutto resta e il secondo singolo estratto da ‘A verità, ovvero Vieni con me. Il 25 e il 26 giugno 2014 ha partecipato al Coca-Cola Summer Festival eseguendo Nu juorno buono e Vieni con me.

Il 15 ottobre 2014 il rapper ha annunciato la riedizione dell’album, denominata ‘A verità 2.0 e pubblicata il 4 novembre dello stesso anno. Ad anticipare la riedizione è stato il singolo Ho scelto me, pubblicato il 17 ottobre. Il 18 dello stesso mese ha partecipato in qualità di Ballerino per una notte al talent show Ballando con le stelle.

Il 10 novembre 2014 è stato pubblicato l’album Libere della cantante Deborah Iurato, contenente tra le varie tracce anche Sono molto buona, incisa in collaborazione con il rapper. Il 2 dicembre dello stesso anno Rocco Hunt ha pubblicato il libro Il sole tra i palazzi in collaborazione con Federico Vacalebre.

Il 5 maggio 2015 è uscito l’album Ora o mai più del produttore italiano Don Joe, contenente tra le varie tracce Woodstock che vede la collaborazione di Rocco Hunt e Clementino.

SignorHunt
Dopo un anno passato a comporre nuovo materiale, il 4 settembre 2015 Rocco Hunt ha reso disponibile il singolo Vene e vvà, atto ad anticipare l’uscita del terzo album in studio, che ha visto la partecipazione di vari ospiti d’eccezione, tra cui anche Clementino ed Enzo Avitabile. Intitolato SignorHunt, la cui copertina è stata curata dal rapper Francesco Paura, l’album è stato pubblicato il 23 ottobre ed è stato anticipato anche dal videoclip della title track, pubblicato il 9 dello stesso mese.

La promozione dell’album è proseguita con la pubblicazione del secondo singolo Se mi chiami, uscito il 20 novembre 2015 e inciso in duetto con Neffa. Il 13 dicembre 2015 è stata invece annunciata la sua partecipazione alla 66ª edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo nella sezione “Campioni” con il singolo Wake Up, il quale si è classificato al nono posto nella serata conclusiva della manifestazione. Tale singolo, pubblicato il 10 febbraio 2016, anticiperà la riedizione di SignorHunt, prevista per il 4 marzo dello stesso anno.
Dopo il successo ottenuto sul palco del 66° Festival di Sanremo con “WAKE UP”, Rocco Hunt annuncia due speciali live anteprime del “Wake up tour” che prenderà il via in estate: 30 aprile Milano, Magazzini Generali e 6 maggio Napoli, Casa della Musica.

Alessio Bernabei

Alessio Bernabei

Alessio Bernabei (Tarquinia, 4 settembre 1992) è un cantautore italiano, noto per essere stato frontman del gruppo musicale pop rock Dear Jack fino al 2015.

Bernabei, si avvicina giovanissimo al mondo della musica studiando chitarra, pianoforte, clarinetto e basso. Dopo aver svolto vari lavori come parrucchiere, barista ed idraulico, partecipa alle selezioni del talent show X Factor, venendo tuttavia scartato. Nel 2012 ha formato insieme a Francesco Pierozzi i Dear Jack, al quale si sono successivamente aggiunti Lorenzo Cantarini, Alessandro Presti e Riccardo Ruiu; l’anno seguente la formazione si è presentata alla tredicesima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi, vincendo il Premio della critica giornalistica nella fase conclusiva del programma.

Nello stesso periodo è stata la volta dell’album di debutto Domani è un altro film (Prima parte), seguito nel 2015 da Domani è un altro film (Seconda parte), quest’ultimo anticipato dal singolo Il mondo esplode tranne noi, presentato dal gruppo al Festival di Sanremo 2015.

Nel mese di settembre 2015 Bernabei ha abbandonato il gruppo di comune accordo con gli altri componenti del gruppo per intraprendere la carriera da solista.

Dopo aver firmato un contratto discografico con la Warner Music Italy, nel dicembre 2015 è stata annunciata la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2016 con il singolo Noi siamo infinito, con il quale si è classificato al quattordicesimo posto nella serata finale della manifestazione.

Il singolo ha anticipato l’uscita dell’album di debutto del cantante, intitolato anch’esso Noi siamo infinito e previsto per l’8 aprile 2016.

Francesco Sarcina

Francesco Sarcina

2003 Brano d’esordio “Dedicato a te”. Singolo primo per quindici settimane. Album “Le Vibrazioni” disco di platino 400 mila copie.
Premi: due “Italian Music Award” come migliore rivelazione e miglior gruppo, tre nomination come miglior Album, miglior Tour e miglior Video. Il singolo “In una notte d’estate” vince il Festivalbar 2003. La canzone “Vieni da me” raggiunge 500.000 copie.
2004 Il videoclip del brano “Sono più sereno” viene presentato al Giffoni Film Festival.
Attore protagonista del video Alessandro Gasman figlio di Vittorio Gasman. La canzone “E se ne va” viene utilizzata nel film “Tre metri sopra il cielo” tratto dall’omonimo romanzo di Federico Moccia interpretato da Riccardo Scamarcio.
2005 Con il brano “Ovunque andrò”partecipa al Festival di Sanremo ottenendo il doppio disco di platino. Scrive il libro “Immagina, le storie della family”, pubblicato da Bompiani, il libro raccoglie racconti firmati dai componenti della band.
2007 Partecipa con Andrea Bocelli e Giovanni Allevi al concerto a Loreto (AN) per il Papa Ratzinger. Partecipa al progetto di charity dei Rezophonic con il brano “Spasimo”.
2008 Nel videoclip del brano “Drammaturgia” partecipano Paolo Bonolis, Riccardo Scamarcio e Sabrina Impacciatore. Esce il DVD live “En Vivo”. Il brano “Insolita” viene utilizzato nel film “Colpo d’occhio” per la regia di Sergio Rubini (il regista esordì come attore in una pellicola di Federico Fellini). Scrive la colonna sonora “Funky Horse” per la sfilata di Roberto Cavalli. Produzione di Marco Trentacoste.
2010 Scrive la colonna sonora de “La scuola è finita” film di Valerio Jalongo con la partecipazione di Valeria Golino. Le musiche verranno candidate ai Nastri D’argento. Il brano “Respiro” viene utilizzato per uno spot pubblicitario (profumo “Wood” di Dsquared). Scrive il brano“Invocazioni al cielo” che sarà colonna sonora dei Mondiali Sudafricani di calcio per Sky Sport.
2011 Scrive la canzone “Libanese il re“ ispirata alla serie tv “Romanzo Criminale II” prodotta da Sky Cinema e Cattleya. Collabora al brano “Le leggende non muoiono mai” estratto dall’album Thori e Rocce (feat Fabri Fibra, jAx, Guè Pequeno, Marracash). Protagonista del cortometraggio “Dannato rock” di Fabio Luongo.
2012 Partecipa alla colonna sonora del film “Miele” di Valeria Golino (3 nastri d’argento) con il brano “Distratta e cinica”.
2013 Esce il suo primo singolo da solista “Tutta la notte” che conquista l’airplay radiofonico italiano stazionando stabilmente nella Top 30 dei brani più trasmessi dalle radio italiane nel periodo Giugno – Agosto. Nello stesso periodo, il videoclip risulta tra i più programmati dalle tv musicali.
Il secondo singolo “Odio Le Stelle”, una tipica ballata a la “Sarcina” conquista immediatamente pubblico e programmatori radiofonici raggiungendo la Top 10 a poco più di un mese dall’invio in radio.
In generale, il ritorno sulle scene viene accolto con curiosità misto entusiasmo al punto tale che ancor prima della pubblicazione del primo album, l’artista viene invitato a vari programmi tv fino alla recente ospitata a “L’Edicola di Fiorello” dove l’artista non nasconde di sentirsi pronto per affrontare nuovamente il palco dell’Ariston con il progetto che più di tutti lo rappresenta: “IO”, l’album di prossima uscita per Universal Music
2014 Partecipa al Festival di Sanremo con il brano “Nel tuo sorriso” ed in contemporanea esce con il suo primo album da solista dal nome “IO”. La canzone “Pagine” viene scelta dalla Twenty Century Fox HE per promuovere l’uscita del dvd de “I sogni segreti di Walter Mitty” film diretto da Ben Stiller.
Il fortunato esordio da solista prosegue con l’uscita dei brani “Giada e le mille esperienze” e “In questa città”
Partecipa alla famosa trasmissione condotta da Maria De Filippi “Amici” come professore di canto. Impegno che lo terrà occupato su Canale 5 e Real time fino a Maggio 2015.
2015 Esce il nuovo singolo estratto dall’omonimo album intitolato “femmina”.
Un album di 12 tracce, scritte da lui in collaborazione con giovani autori (es Ermal Meta) prodotto da Fabrizio Ferraguzzo e Roberto Cardelli. Un album romantico che mette a nudo Francesco nel suo lato più femminile.

Roy Paci

Roy Paci

BIOGRAFIA ROY PACI

Roy Paci è nato ad Augusta (Siracusa) nel 1969. Trombettista, compositore, arrangiatore e cantante, comincia a suonare il pianoforte da piccolissimo e approda alla tromba all’età di 10 anni, quando si unisce alla banda del suo paese. A 13 anni è già prima tromba ed entra a far parte di alcune big band siciliane di jazz tradizionale, esibendosi nei locali jazz più famosi d’Italia. A partire dal 1990 intraprende diversi viaggi in Sud America, Canarie e Senegal, continuando a sviluppare le sue influenze musicali. Tornato in Italia, porta avanti la sua esplorazione, talvolta pionieristica, della musica, cimentandosi in una serie infinita di collaborazioni e di tour in tutta Europa e oltreoceano.  Al momento Roy Paci è coinvolto in progetti musicali, editoriali, cinematografici e televisivi. Sostiene inoltre varie iniziative benefiche, come le campagne di Amnesty International e Pangea contro la violenza sulle donne, il progetto Emergency per l’assistenza medica ai civili nelle zone di guerra e la superband Rezophonic, che supporta AMREF nella costruzione di pozzi d’acqua per le popolazioni della regione del Kajiado, in Kenya.

Roy Paci - Verticale-p1LA MUSICA

Nel 1990 si trasferisce in Sud America dove suona con la Big Band di Stato Argentina, con gruppi di cumbia uruguayana e musica popolar do Brasil, esibendosi al fianco di Selma Reis. A Montevideo forma il T-Rio Blanco con Jorge Accaraz e Angel Varela. In Senegal, suona con il gruppo di makossa di Papa Matelot Sabow. Rientrato in Italia, si unisce alle formazione ska dei Persiana Jones. Nello stesso anno, con altri musicisti siciliani fonda i Qbeta e incontra uno dei gruppi italiani più importanti dell’epoca, i Mau Mau. Con l’amico Fabio Barovero (Mau Mau), dà il via al suo progetto forse più struggente: la Banda Ionica, che raccoglie le marce funebri più popolari del Sud Italia. Il secondo cd “Matri Mia” (2001), che vanta ospiti come Vinicio Capossela, Arthur H, Joe dei La Crus, entra addirittura nella top ten dei migliori dischi di world music europea.

Nel 1998, costituisce, insieme ai Gronge, il suo primo gruppo jazz-core, gli ZU. L’anno seguente Roy incontra Manu Chao, con il quale registra il fortunato “Proxima Estacion… Esperanza”. La fratellanza spagnola prosegue con i Macaco, capitanati da Dani El Mono Loco, con i quali Roy incide “Rumbo Submarino”. Quella che è probabilmente la sua band a oggi più famosa nasce l’anno successivo: Roy Paci & Aretuska, progetto solista in cui Roy si circonda di giovani talenti siciliani.(vedi bio Roy Paci & Aretuska) Il primo disco “Baciamo Le Mani” esce nel 2001. Nel 2003 produce tramite Etnagigante, etichetta discografica che ha nel frattempo fondat “Tuttapposto”. Roy Paci è inarrestabile: i riconoscimenti si moltiplicano, come il prestigioso premio “Carosone” del 2003, e anche le collaborazioni illustri: tra le altre, con gli olandesi The Ex Orchestra e il trio Trionacria.Nel 2004, la “terza dimensione” musicale di Roy Paci prende vita nel progetto Corleone, un viaggio alla riscoperta del retroterra siciliano attraverso gli occhi e le orecchie del jazz, Il risultato è “Wei-Wu-Wei”, primo lavoro al quale partecipa niente meno che Mike Patton. Il nuovo anno fa capolino e pure il nuovo album di Roy Paci & Aretuska, “Parola D’Onore”, terza parte dell’ideale Trinacria musicale del gruppo. Altri due progetti di assoluto valore prendono le mosse nel 2006: TEZ – Il Terrone, l’Ebreo e Lo Zingaro  e Ananga Ranga. Il “Terrone è ovviamente Roy Paci, l’”Ebreo” è Frank London, eclettico musicista kletzmer, e lo “Zingaro” è Boban Markovic con la sua Orkestar. Poi, nel giugno 2007, dopo tre album, Roy Paci & Aretuska ultimano “SUONOGLOBAL”,un disco in cui Roy raccoglie quanto seminato negli anni in qualità di trombettista, collaboratore e arrangiatore. “SuoNoGlobalIl singolo “Toda Joia Toda Beleza” diventa la colonna sonora dell’estate e apre a Roy e compagni le porte della grande notorietà. A celebrazione del 10° anniversario del progetto Roy Paci & Aretuska, nel novembre 2008 esce “BESTiario siciliano”. Parallelamente, Roy continua a dedicarsi a progetti speciali come Mondo Cane Orchestra, ambizioso omaggio alla canzone italiana degli anni ’50 e ’60 Inoltre partecipando in qualità di direttore artistico a svariati eventi promossi da Enti Locali e non. Tra i quali il M.E.I. di Faenza. Nel maggio 2010 esce “LATINISTA” anticipato dal singolo “Bonjour Bahia” (Etnagigante Ingegni/Universal) il nuovo album di inediti di Roy Paci & Aretuska. Con “LATINISTA”,  preprodotto in Brasile, vede la partecipazione di alcuni artisti, in veste di co-autori, tra i quali Lorenzo “Jovanotti” (Bonjour Bahia), Caparezza (NoStress). Ospite anche Eugene Hutz dei Gogol Bordello nel brano “Il Segreto”.

L’ULTIMA RELEASE

Il 4 febbraio 2013 esce “Blaccahénze”, il nuovo album del progetto CorLeone, in cui Roy Paci ha coinvolto dei musicisti che hanno un’impronta musicale decisamente eterodossa, per ottenere un impatto spiazzante e non etichettabile. Le composizioni hanno volutamente un respiro universale grazie alle diverse tecniche d’improvvisazione non necessariamente jazzistiche. Il titolo prelevato dal dialetto di un paesino abruzzese – Montorio – sta a significare “casino”, “bordello”.

IL TEATRO

Roy Paci ha lavorato anche per la scena teatrale alternativa italiana con lo spettacolo “Poesia e Andalusia” e “Scambi Pressoché Telepatici”, scritto da Ivano Fossati

LA TELEVISIONE

Roy Paci è stato ospite fisso del programma “Markette”di Piero Chiambretti, e insieme ai suoi Aretuska ha curato per tre edizioni la sigla finale di “Zelig”, affidata ai tre singoli “Viva La Vida” nel 2005, “Toda Joia Toda Beleza” nel 2007 e “Defendemos la Alegrìa” nel 2008.

IL CINEMA

Roy Paci ha prestato molte delle sue canzoni alla settima arte. l’incredibile cover di Besame Mucho” incisa per il film “Il Paradiso All’Improvviso” di Leonardo Pieraccioni. Due brani del disco “Passione” di Banda Ionica entrano a far parte delle musiche del film “La ragazza sul ponte” di Patrice Leconte. “Toda Joia Toda Beleza” viene scelta come colonna sonora del film di Natale di Chiristian De Sica “Natale In Crociera”. Nel 2005, grazie alle musiche composte per il film “La Febbre” di Alessandro D’Alatri, Roy Paci vince il prestigioso “Nastro D’Argento” e riceve una nomination come miglior musicista per il David di Donatello. Nello stesso anno Roy interpreta un cameo nel film “La vera leggenda di Tony Vilar di Beppe Gagliardi, presentato alla Festa Internazionale del Cinema di Roma. Nel 2008 cura la colonna sonora di “Se chiudi gli occhi”, opera prima della regista siracusana Lisa Romano, e vince il Grand Prix Cinèma Italien al festival di Annecy.

 

Africa Unite

Africa Unite

Dal 1981 ad oggi gli Africa Unite propongono il loro stile musicale fatto di ritmo in levare, reggae, dub, elettronica, rappresentando l’esempio di band più longeva e duratura del genere, in Italia.

Hanno calpestato i palchi della penisola con costanza ed applicazione, ( più di 2000 date…) e con alcune puntate all’estero, si sono guadagnati buona considerazione anche all’interno di importanti festival europei.

16 album pubblicati, tra cui 2 live, un “best of” e una dub compilation (su etichetta tedesca Echobeach), li hanno visti migrare da label indipendenti a major come Polygram/Mercury ed Universal, destreggiandosi in una miscela di sound molto personale, ed uso alternato della lingua italiana ed inglese.

Bunna e Madaski, da ormai 34 anni, muovono le fila di questa grande esperienza che ha sempre privilegiato la coerenza nella sperimentazione, l’attenzione per le tematiche sociali ed una grande attenzione alla tecnica musicale quali elementi fondamentali per la composizione del loro repertorio.

Attenti e curati nel live, molto pragmatici e diretti, assolutamente scevri da atteggiamenti mistico- filosofici e dai luoghi comuni del genere, diretti nel comunicare il loro stile e la loro passione per la musica.

Queste sono le caratteristiche di Africa Unite. Arriviamo dunque al ’’Punto di Partenza’’

Nuovo disco, feeling immutato, ma con molta attenzione ai cambiamenti generazionali di consumo e fruizione della musica.

Innanzitutto freedownload: per privilegiare ed incoraggiare il momento del live unico ed irripetibile. Quello in cui, da sempre, Africa Unite si esprime al massimo delle potenzialità.

Con un ulteriore regalo ai propri fan, copia fisica del cd, inclusa nel prezzo del biglietto, per chi parteciperà ai primi tre show di presentazione.

Insomma un 2015 denso di eventi live per la band che propone una nuova line up ed il ritorno della sezione fiati, in una formazione ad 8 elementi.

In diretta dal palco dunque.

Gemelli Diversi

Gemelli Diversi

I Gemelli DiVersi sono un gruppo musicale pop rap italiano formatosi a Milano nel 1998.

Orientato prevalentemente al rap e al funk/R&B, sono comparsi sulla scena italiana nel 1998 con una versione rap di Dammi solo un minuto dei Pooh.

Il gruppo nasce dalla combinazione di due gruppi precedentemente esistenti: la Cricca (formata da Thema e THG) e i Rima nel Cuore (composta da Grido e Strano). Cresciuti artisticamente nella Spaghetti Funk (uno tra i collettivi più attivi della scena hip hop italiana), i Gemelli DiVersi si caratterizzano per la mescolanza di una matrice funk statunitense e della classica melodia italiana; tuttavia, per molti critici ed appassionati di hip hop, i loro lavori si avvicinano al modello statunitense di rap.

A inizio 2014 Strano e Thema hanno intrapreso un tour in giro per l’Italia sotto il nome di 2 Gemelli DiVersi.

Raphael Gualazzi

Raphael Gualazzi

Già dal 2005 Raphael partecipa ad importanti festival come il Fano Jazz, il Java Festival di Giakarta e l’Argo Jazz, Ravello International Festival. Dopo essere stato invitato ad esibirsi in Vermont e New Hampshir all’interno del progetto “The History & Mystery of Jazz”, che l’ha visto al fianco di importanti musicisti, nel settembre del 2009 Raphael Gualazzi incontra Caterina Caselli, con la quale firma un contratto discografico per la Sugar. Nel 2011 viene selezionato per la categoria  Giovani del Festival Sanremo:  il brano scelto per la gara è “Follia d’amore. La canzone, inclusa nell’album REALITY AND FANTASY pubblicato in concomitanza di Sanremo: la canzone vince quindi la sezione Giovani, ma anche i premi della critica di Sala Stampa e radio TV. Viene quindi ammesso all’Eurofestival a Düsseldorf a maggio dello stesso anno; partecipa con la versione inglese di “Follia d’amore”, intitolata “Madness of love”, che conquista il secondo posto e il premio della giuria tecnica. Viene selezionato per il Festival di Sanremo 2013, sezione Big, dove è in gara con “Sai (ci basta un sogno)” e “Senza ritegno” . In contemporanea alla kermesse canora esce il nuovo disco HAPPY MISTAKE, che contiene anche i brani presentati al festival.  Dopo un tour che l’ha visto protagonista in tutti i principali teatri italiani ed in festival e rassegne prestigiose Raphael  quest’anno torna al festival di Sanremo dove sarà accompagnato da Bloody Beetroots e presenterà le canzoni “Liberi o no” e “Tanto ci sei”Poster Gualazzi-p1